Rappresentazione in carcere: Radici e Colori dell’Africa Sudsahariana: “Samba l’amico dei Serpenti”

Samba, l’amico dei Serpenti” è una fiaba che narra la storia di un ragazzo africano che, attraverso varie prove iniziatiche e l’incontro con i propri sentimenti più profondi, riesce a seguire i segni misteriosi della vita e ad aprirsi all’amore realizzando un sogno nascosto          .

La storia, che si svolge prima in  Senegal poi in Europa, racconta la la tenacia di chi lascia un mondo conosciuto e si apre al mistero della vita senza paura.

Come ogni fiaba è pervasa dall’elemento magico e dall’incontro con il mondo dell’invisibile.

La realizzazione avviene in forma teatrale con la partecipazione attiva di detenuti africani ed alcuni volontari di FI.LI    e la popolazione della C.C. Nerio Fischione..

Il coro dei Murid, mussulmani che appartengono a una corrente umanistica dell’islam che è tipica del Senegal,  sottolinea con i loro canti alcuni momenti di particolare intensità spirituale.

Nella parte finale, quando il protagonista raggiunge la Francia, si inseriranno canti di un coro cristiano che va a a sancire la condivisione di due mondi che si incontrano.

I disegni che illustrano il libro sono della pittrice Veronica Menghi e saranno utilizzati come sfondo

In fondo al libro della fiaba ci sono proverbi e ricette senegalesi che potrebbero venire arricchite dai detenuti che arricchiranno questa parte con testimonianze di usanze e costumi dei loro paesi di provenienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.